chisiamodef

FISAR – Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori – nasce nel lontano 1972, espressione della passione, della competenza e della professionalità verso il mondo del vino.

L’Associazione nasce con lo scopo di promuovere la cultura del vino anche attraverso la formazione di nuovi Sommelier.

La delegazione territoriale FISAR di MILANO DUOMO nasce nel 2010 ed oggi rappresenta un punto fermo nella promozione della cultura enogastronomica sul territorio meneghino. La Delegazione organizza corsi di formazione per aspiranti Sommelier, seminari sulle principali tematiche nazionali e internazionali, gite didattiche nei migliori luoghi di produzione italiana ed europea, numerosi eventi riservati ai soci e agli appassionati.

Fisar Milano DUOMO

3 silvia claudia pedrotti Silvia Claudia Pedrotti – Delegato

Sociologa della musica e appassionata da sempre del buon cibo e del buon bere. In una vita passata forse sono morta di fame. Lavoro nella comunicazione e nel tempo libero insegno danze tradizionali del sud Italia. Sommelier dal 2011, in questi anni ho capito che non ho un vino che preferisco, anche se certi Riesling sono prova certa dell’esistenza del paradiso. Ho un lievito madre che si chiama Sergio e un gatto che si chiama Chablis. Giro quasi sempre in vespa e credo nel gelato salato.

 

 

 

5 gaetano annunziata Gaetano Annunziata – Segretario

Cuore e filosofia napoletana da seminare quotidianamente sul territorio milanese, credo di essere l’antitesi del sommelier tipo…un lavoro che non c’entra niente con il mondo del vino (tecnico di radiologia presso l’Istituto Tumori), appassionato e praticante rugbista (dove si beve solo birra…) e quattro figlie da educare al vino per assicurarmi, tramite i futuri generi, di bere vini di qualità in vecchiaia…
Sulla mia tavola non mancano mai spumanti e champagne.

“Il vino aggiunge un sorriso all’amicizia e una scintilla all’amore” (Edmondo De Amicis)
 

7 alessandro barbieri Alessandro Barbieri – Tesoriere

Quarantasettenne, un avvenire alle spalle,
tengo Laurea in Economia aziendale.
un dì sotto Natale, mia moglie non sapeva che regalo fare,
perché non un corso da sommelier ? – feci -
or se mia moglie abbia fatto regalo
di opera buona o misfatto,
abbia creato un mostro,
un carneade o un campione…
al pubblico l’ardua sentenza!
 

 

8 claudio caruso Claudio Caruso – Responsabile dei servizi

Bevevo Vino come una semplice bevanda da accompagnare ai pasti.
Poi è sorta la curiosità di conoscerlo e partendo dalla conoscenza sono arrivato alla scoperta.
Ho conosciuto l’affascinante storia del Vino e delle popolazioni millenarie che hanno iniziato a produrlo, ho conosciuto le uve e i metodi di vinificazione. Ho imparato a distinguerne i profumi e abbinarne i cibi. Ho scoperto monumenti storici, perché così si possono definire talune cantine arrivate a noi indenni per secoli. Ho scoperto percorsi vacanzieri originali dove gustare cibi e vini unici. Ed ho scoperto gente libera perché va oltre alle regole convinta delle proprie idee e del proprio lavoro.
 

 

4 valeria di rosa Valeria Di Rosa – Responsabile Comunicazione

Siciliana di nascita, milanese per scelta, ho perso la mia identità quando hanno iniziato a definirmi “la milanesa” in Sicilia e “la terrona” a Milano. Di certo se mi chiami “social” rispondo. Startupper, PR, Community Manager, Sommelier, coniugo le mie passioni chattando con un bicchiere di vino in mano. Amo guardare il bicchiere sempre mezzo pieno e nel caso fosse vuoto riempirlo.

 

 

 

 

6 stefania turato Stefania Turato – PR e Contatti con i Produttori

Nata in ottima annata.
Nutre forte passione per lo sport che la fa stare bene. Ama i profumi, gli odori, le sfumature; è alla ricerca del gusto perfetto. In un bicchiere di vino cerca storie di uomini, donne, territori, cultura che coniuga con il suo BenEssere.

 

 

 

 

9 giovanni de nicola Giovanni De Nicola – PR e Contatti con i Produttori

Agente di commercio per lavoro e girovago enogastronomico per diletto, amante del buon cibo e del bere bene, mi piace cucinare ed abbinare i vini alle pietanze.
Il mio vino preferito? Non l’ho ancora trovato ma mi impegno a cercarlo caparbiamente.
In poche parole, cittadino del mondo, curioso e goloso.

Sommellier per caso, bevitore per scelta.

 

 

 

2 celine caffot Celine Caffot – Responsabile Comunicazione Interna

Sono sommelier dal 2008, nata in Francia ma sommelier “italiana” e ci tengo!
Quello che amo dell’Italia: la varietà dei paesaggi, dei piatti, dei vini e il non prendersi sul serio! Il carattere del maiale nero dei Nebrodi, Sicilia, la delicatezza della lasagna di cardo gobbo di Nizza Monferrato, le zuppe toscane con farro e cavolo nero.
Amo molto i vini rossi, di corpo, robusti ma anche di media struttura, con tannini, senza, vecchi, giovani ….il che mi porta a litigare con i miei amici che vogliono sempre bere bollicine!
Apprezzo anche i bianchi di struttura e quelli che lasciano parlare il terroir con la loro mineralità. Colleziono i sassi di vigna e questo non fa di me una psicopatica: venite a fare il corso sommelier e capirete perché!

 
10 ottavia Ottavia – Revisore

Vengo da una terra, la Sardegna, che mi ha trasmesso l’amore per il cibo, il vino e la buona compagnia. Sono appassionata di cucina e musica. Dopo aver viaggiato per lavoro in giro per il Mediterraneo, ora “dò i numeri” in una banca d’affari. Su un’isola deserta mi porterei i vini della Borgogna. Credo che la vita sia l’arte dell’incontro.

 

 

 

 

11 peppe bua Peppe Bua – Revisore

Figlio dell’Etna, cresciuto tra le campagne sicule e le onde dello Ionio. Lombardo di adozione, mastico quotidianamente numeri. Sommelier dal 2014 e appassionato di cucina, mi diverte abbinare i vini ai prodotti del mio orto e a tutto ciò che pesco. Mare, natura, avventura e rossi piemontesi le mie passioni.